Piano di emergenza

Il Piano Comunale di Protezione Civile, redatto nell'anno 2012, è stato redatto dall'Ufficio di Polizia Municipale, con la collaborazione dell’Ufficio Tecnico Comunale, Servizi Sociali, Personale e Attività Produttive, ai sensi della normativa vigente.

Il Piano di Protezione Civile è uno strumento che tende a raggiungere contemporaneamente i seguenti scopi:

  • la valutazione dei "rischi" che possono interessare il territorio e la definizione degli scenari operativi da adottare in caso di eventi calamitosi;
  • la rilevazione delle "risorse" disponibili ed utilizzabili detenute da enti pubblici e da privati;
  • il censimento delle entità presenti nel territorio, costituenti punti di particolare attenzione al fine della protezione civile.

Si tratta di uno strumento informativo costituito in modo tale da essere facilmente utilizzabile sia a livello locale che a livello di coordinamento provinciale.

La metodologia utilizzata per raccogliere tutte le informazioni necessarie per la stesura del Piano di Protezione Civile, è stata quella di identificare nel territorio comunale tutte le entità (attività produttive artigianali e del settore primario, strutture scolastiche, sportive, ecc.), le quali, per la loro specifica funzione possono costituire o una fonte di rischio, oppure una struttura di una certa utilità nel caso di emergenza in quanto dotata dei mezzi necessari per far fronte ad eventi calamitosi che potrebbero verificarsi nel territorio comunale. Una volta compilato l'elenco delle entità e delle risorse presenti nel territorio comunale, sono state predisposte apposite schede utili per raccogliere tutti i dati necessari per la stesura del Piano e delle ditte che hanno fornito le informazioni relative alle aziende.

Il Piano di Protezione Civile è costantemente aggiornato: non può infatti limitarsi a fotografare la realtà in un determinato momento e poi "invecchiare" senza adeguarsi ai cambiamenti della realtà stessa. Deve invece essere oggetto di una sorta di "manutenzione ordinaria" dei dati e  di una continua azione di revisione ed attualizzazione, perché in materia di Protezione Civile nulla è più efficace dello studio e della prevenzione.

Vedi anche: Organizzazione